Cosa vedere in Francia? I 10 luoghi da visitare assolutamente

1. Parigi – Île-de-France

Vista su Parigi

Questa lista inizia, naturalmente, con la capitale, perché cosa sarebbe un viaggio in Francia senza visitare Parigi ? Potreste soggiornarci per due settimane, un mese o vivere lì, questa città ha così tanti segreti e angoli nascosti o sconosciuti che non girerete a vuoto. Tra le attrazioni da non perdere, ci sono la Torre Eiffel, l’Arco di Trionfo, il Sacré-Cœur e il Museo del Louvre. Se questa non è la vostra prima volta, optate verso i luoghi meno turistici : il Marais, la Place de la Nation, Denfert-Rochereau e, non lontano, il Giardino del Lussemburgo. Per gli appassionati di Parigi, pensare fuori dagli schemi (dei turisti) sembra essere l’opzione migliore, in particolare allontanandosi dal centro. Le città fuori Parigi sono meno frequentate eppure molto apprezzate e accessibili con i mezzi di trasporto. Vincennes ha molti spazi verdi con il suo bosco e il suo castello. La città di Montreuil talvolta sembra un piccolo villaggio, di più grandi dimensioni e con una grande diversità (più di 90 nazionalità). E infine, fare una breve escursione a Neuilly-Sur-Seine, questa città è piuttosto benestante e costellata di belle case. Neuilly è una città verde con parchi e in particolare il Jardin d’Acclimatation.

2. Versailles – Île-de-France

reggia di Versailles

Il palazzo, i giardini, l’atmosfera reale, la reggia di Versailles fa sognare grandi e piccini. Fù costruito dal 1623, per ospitare il re di Francia e la corte. I re Luigi XIV, Luigi XV e Luigi XVI si sono successi tra il 1682 e il 1723. Poi è stato utilizzato come consolato, ha subito dei restauri ed è ora classificato come Monumento Storico e considerato come un museo di Storia della Francia dedicato al periodo monarchico. Si possono visitare gli appartamenti del Re, delle Regine, le gallerie, il Teatro Reale dell’Opera, i Trianon, l’orangerie, le scuderie, il parco e tanti altri. Ma a Versailles non c’è solo la reggia. Questa città molto esclusiva offre anche la Place du Marché Notre-Dame, la Chiesa di Notre-Dame di Versailles e il municipio. Trascorrere una giornata a Versailles è l’ideale per scoprire sia la città che la reggia.

 

3. Mont Saint-Michel – Normandia

Mont Saint Michel

Il Mont Saint-Michel è davvero situato in Normandia e rende fieri gli abitanti della regione. È la meta turistica più visitata in Normandia e tra i dieci luoghi più visitati in Francia. Collocato su un isolotto roccioso nella Manica, il Mont Saint-Michel è accessibile a piedi o in autobus (meglio non provare a nuotare). La chiesa abbaziale, il punto più alto della montagnola, è un monumento storico fin dal 1862. Vi sono anche piccoli negozi e ristoranti per acquistare souvenir e assaggiare le specialità della regione (il ristorante La Mère Poulard). Mont Saint-Michel ha anche una quarantina di abitanti che vivono principalmente di turismo e non si stancano mai di vedere i turisti in visita della loro isola. Grazie alla sua abbazia, il Mont Saint-Michel  è una vera e propria meta di pellegrinaggio per i cattolici e ci si può anche effettuare un ritiro dai monaci di Gerusalemme. Tra la cucina locale, il paesaggio e il lato spirituale, ci sono tanti motivi per visitare questo piccolo frammento di roccia.

 

4. Saint-Tropez – Costa Azzurra

Porto St Tropez

Conosciuta per le celebrità che vi hanno soggiornato, per i film che vi sono stati girati, Saint-Tropez è una delle città più famose della Costa Azzurra. Vi ritroviamo lo stile chic alla francese fino in spiaggia così da perdere il fascino che l’ha resa famosa. Per quanto riguarda i punti essenziali, non potete perdere la spiaggia di Pampelonne, il porto di Saint-Tropez, il faro di Camarat così come la Cittadella. Tutti questi luoghi sono molto apprezzati dai turisti ma anche, nel caso di alcuni, dai tropézien perché ci abitano o ci lavorano. Per uscire dal chiasso dei turisti, è consigliabile tenersi al passo con i tempi di Saint-Tropez. Alzatevi presto per fare il bagno sulla spiaggia ancora deserta (spiaggia Ponche), fate la spesa al mercato di Place des Lices prima delle 11 del mattino. Godetevi una lunga pausa pranzo all’ombra di un bar nelle altezze della città e visitate il quartiere Ponche a fine pomeriggio. Alla sera, la città di Sainte-Maxime non è molto lontana, ed altrettanto piacevole quanto Saint-Tropez. Meno costosa, meno movimentata, avrete la bellezza di Saint-tropez e la tranquillità come extra.

 

5. Falesie d’Etretat – Normandia

falesie Etretat

« Conosci le bizzarre scogliere del nord della Francia? « … Queste falesie di gesso bianco scolpite dall’acqua sono impressionanti e attirano ogni anno molti visitatori. Le falesie sono raggiungibili a piedi e offrono una vista mozzafiato. Ognuna di esse ha un nome: l’Arche, l’Aiguille, la Manneporte et la Falaise d’Amont. Famose grazie ad artisti come Monet, Courbet, Flaubert o Maupassant, oggi la loro fama è mondiale e attira sempre più persone. Etretat diventò una città balneare nel XIX secolo e da allora vive prevalentemente di turismo. Molti castelli, manieri e ville sono stati costruiti sulle alture della città così come il casinò, che contribuisce fortemente al turismo di massa che Etretat sta attualmente conoscendo. È meglio lasciare la macchina all’ingresso della città, le strade sono molto piccole e agli abitanti non piace vedere auto di grandi dimensioni inondare le vie della città.

 

6. Vecchia Nizza – Costa Azzurra

Vecchia Nizza

C’è Nizza e c’è Vecchia Nizza, che è la parte più antica di Nizza. Ci sono molti negozi tipici del sud della Francia che vendono oli d’oliva, spezie e fiori. Ma a differenza del nome di questo quartiere, non c’è solo il  » vecchio « . Vi si sono stabiliti commercianti moderni come negozi di abbigliamento, supermercati e negozi di tatuaggi. Così come per la sera, tra i ristoranti e bar tipici di una volta troverete pub e club dove potrete far festa fino al sorgere del sole. Il mare è raggiungibile dal centro storico, a differenza di molte « città antiche » in Francia, che si trovano in altezza. Questa parte della città possiede solo 15 vie piuttosto anguste ma con una certa autenticità. Inoltre, ospitano anche il mercato del Cours Saleya, dove i niçois fanno compere ogni mattina. Potete tranquillamente uscire dalla Vecchia Nizza per visitare Nizza, non è vietato e vale la pena di fare un (piccolo) giro.

 

7. Bordeaux – Aquitaine

Bordeaux di notte

Bordeaux è una città studentesca ma non solo. Culturale, storica e sportiva allo stesso tempo, questa città offre una moltitudine di luoghi da visitare, poco conosciuti ma da non perdere.La Città del Vino è sicuramente uno dei monumenti più emblematici della metropoli perché si trova in una regione particolarmente viticola. Le principali attrazioni da non perdere sono il Miroir d’eau (specchio d’acqua), il Grand Théâtre, i Belvedere, la Place de la Bourse o uno dei 350 edifici considerati Monumenti Storici. Muoversi a piedi o in bicicletta per la città è il modo migliore per visitarla in modo da scovare dei luoghi per caso o per passeggiare lungo la Garonna sotto il sole. Tra una visita e l’altra, pensate a assaporare un vino di Bordeaux, un cannelé (specialità della regione), ostriche dal Bacino di Arcachon o comprare vestiti dal produttore (a prezzi stracciati).
Come accennato in precedenza, Bordeaux è anche una città studentesca, si possono trovare bar e pub ovunque così come qualche discoteca, ma niente è meglio che finire la serata per le strade di Bordeaux. Per un piccolo tuffo nel mare, poco lontano da lì, potete andare al Cap Ferret con le sue spiagge di sabbia finissima, le onde e l’Île aux Oiseaux.

 

8. I vulcani dell’Alvernia – Rhône-Alpes

Vulcani dell'Alvernia

Non preoccupatevi, questi vulcani non sono più in attività… Ma potrebbero risvegliarsi! Si trovano nel Massiccio Centrale e hanno tra i 65 milioni e 7000 anni. Sono 77 distribuiti su diversi monti e formano il Parco Naturale Regionale dei Vulcani dell’Alvernia. I geologi esaminano spesso questi vulcani e sembra che un giorno sarebbe possibile un’eruzione, ma non subito. Si possono visitare tranquillamente ma è meglio munirsi di buone scarpe. La salita si percorre a piedi e a volte può essere difficile per certe persone, dilettanti fate attenzione!

 

9. Strasburgo – Alsazia

case Strasburgo

Un po’ come Bordeaux, Strasburgo è una città studentesca, storica, culturale e gastronomica allo stesso tempo. La prima tappa è la Cattedrale di Strasburgo, situata nel centro della città. Si può salire fino in cima (332 gradini fanno molto sport) per avere una vista panoramica di tutta la città alsaziana. Se volete avere la vera e autentica Strasburgo, il quartiere storico Petite France è la scelta perfetta : case a graticcio, concerie e ponticelli sui corsi d’acqua. All’ora dell’aperitivo, andate alla Place du Marché Gayot (chiamata PMG) dove l’atmosfera di festa è molto apprezzata dagli studenti. Per cena, non perdetevi un pasto tipico alsaziano in una « winstub », ristorante tradizionale alsaziano. Crauti, baeckeoffe (carne e patate), flammekueche, kugelhopf o maennele, ce n’è per tutti i gusti. Per concludere la serata in grande stile, Krutenau, vicino all’università, è il luogo più frequentato dai notturni, fino a notte fonda.

 

10. Duna di Pilat – Gironda

Duna di Pilat

Come il nome lo indica, si tratta di una duna di sabbia situata nelle Lande di Guascogna nel Bacino d’Arcachon. È la duna più alta d’Europa (110 metri) ma si può scalare in tutta sicurezza (tranne che c’è la possibilità di mangiare sabbia). Dalla cima di questa duna avrete la foresta da un lato e il bacino dall’altro, un luogo perfetto tra sabbia e mare. È possibile fare parapendio e altri sport all’aria aperta per sfruttare al meglio il panorama da questo sito unico nel suo genere. La città di Pyla-sur-Mer, in cui si trova la duna, è una località balneare di diversi quartieri dove i francesi e i turisti si affrettano di andare all’inizio estate.


issu de l’article : https://www.france-hotel-guide.com/it/blog/cosa-vedere-francia/

Commentaires

mood_bad
  • Aucun commentaire pour l'instant.
  • chat
    Ajouter un commentaire